L' ARTE TI FA CRESCERE !

Laboratori d'arte per bambini dai 3 ai 12 anni: percorsi che aiutano i bambini a sviluppare autostima, interdipendenza e creatività utilizzando l'arteterapia come strumento di conoscenza.

La Creta e il Tatto

La Creta e il Tatto

La creta è un materiale che stimola fortemente il senso del tatto.

image

La rievocazione dei sensi, da parte di un materiale, ha un’importanza rilevante nell’esperienza, in quanto le conferisce un valore aggiunto per quanto riguarda l’ apprendimento, e permette di consolidare la conoscenza delle caratteristiche di un materiale come la creta, che è poco diffuso nel contesto scolastico, soprattutto nelle scuole primarie.

image

Tramite il tatto, si conosce profondamente il materiale che si utilizza, in questo caso la creta, e si instaura un rapporto fra processo creativo (progettazione astratta di un animale, un oggetto, .. ) e la volontà d’espressione del sé, ovvero la propria estetica e, di conseguenza il proprio modo di affrontare il simbolico in arte. Il bambino ha una visione dell’ambiente che lo circonda diversa da quella dell’adulto, nel mettersi in gioco con materiali artistici, egli mostra come rielabora ciò che apprende e come l’esperienza del “fare arte” sia un tramite tra lui e il mondo che lo circonda.
image

Manipolare la creta, ancor prima di decidere cosa costruire, fornisce un’occasione unica per poter allenare il tatto. Se chiediamo al bambino di chiudere gli occhi e gli facciamo toccare questo materiale, lo stimoliamo a sentire attraverso i polpastrelli e i palmi delle proprie mani, così da ricavare diverse informazioni sensoriali e interiori (per esempio emotive e istintive). Sarà il piccolo a dirci cosa suscita in lui questo materiale freddo, che cambia temperatura impastandolo, e non sempre è di facile utilizzo se la forza da impiegare per plasmarlo non è abbastanza.
image

La creta* è definito materiale di regressione, ciò significa che rievoca nell’uomo, dal bambino all’adulto, un bisogno ancestrale di abbandonarsi ai sensi e all’esperienza, in un luogo interiore ove ci si abbandona o si resta spaventati e sbigottiti nell’osservare e nel sentire ciò che si plasma e si trasforma fra le mani, in un “contesto di non controllo” da sperimentare.

image

Il bambino trarrà molto dall’utilizzo di un materiale plastico come questo, verrà accompagnato in un’ esperienza artistica legata principalmente al senso del tatto, alla manipolazione e alla trasformazione, insomma…… all’ESPERIENZIALE!!

*La creta è il nome comune dell’argilla, un materiale minerale. L’argilla può essere impiegata in più ambiti, dalla costruzione di opere d’arte scultoree alla medicina. La caratteristica principale della creta è la plasticità, sono i minerali di cui è composta che, se idratati, permettono d’eserre plasmati.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 2 giugno 2013 da in Domenica con mamma e papà.
#milano #palledeltoro #taurus #natale #natalemilano
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: