L' ARTE TI FA CRESCERE !

Laboratori d'arte per bambini dai 3 ai 12 anni: percorsi che aiutano i bambini a sviluppare autostima, interdipendenza e creatività utilizzando l'arteterapia come strumento di conoscenza.

Giochi per bambini da 1 a 2 anni

“il gioco è un luogo di esercizio privilegiato delle capacità in via di sviluppo”
Bruner, 1972

Giochi per bambini da 1 a 2 anni

IMG_2047Il bambino è grandicello! Comincia a camminare con facilità ed esplora. Pian piano impara a sfruttare la capacità di camminare ed usare le mani allo stesso tempo. Emette l Scopriamo assieme cosa è utile avere in casa e cosa si può regalare ad un bambino/a che ha ormai superato l’anno. Come per l’articolo sui giochi adatti ai lattanti qui vi racconterò cosa fa un bambino tra 1 e 2 anni.

Cosa regalare ad un bambino di 1 o 2 anni?

In questi mesi sono interessati ad imitare i propri genitori, come spugne assorbono sia le nostre emozioni che i nostri modi di fare.
Quando cercate di far ordine in casa e vedete vostro figlio che sposta gli oggetti e li trascina ma non capite cosa sta facendo: semplicemente sta imitando quello che fate voi.

In questo periodo i bambini “leggono”: sfogliano divertiti o seri le pagine dei libri: a volte basta qualche secondo a volte interi minuti a fissare una pagina.
Tra i 12 ed i 15 mesi il bambino comincia a sviluppare la prima facoltà di scelta. È il primo passo verso l’ indipendenza! Cerchiamo di farlo sentire sicuro: proponiamo tre scelte per volta (ad esempio tre libri: il suo preferito, un libro che conosce ed uno nuovo).

IMG_2052Verso l’anno e mezzo mettetegli a disposizione dei pastelli a cera per giocare. (Spiegate loro perché devono usarli sulla carta ricordate che per loro non ha alcun senso ma eviterà a voi di dovervi scusare se a casa di qualche amico a cena il pupo si è espresso sulla parete!)
Potete anche usare colori a dita ma sarebbe preferibile sperimentare l’uso del colore e delle mani più avanti tra qualche mese/anno quando saranno più coordinati. In ogni caso usate colori naturali, che si possano ingerire. La stessa pappa sul seggiolone lascia dei segni molto interessanti nel piatto!

Verso i due anni i bambini imitano a tal punto la mamma da truccare le loro bambole, da dare loro le medicine quando stanno male, da fare il bagnetto, ecc..
La bambola dovrebbe essere morbida al tatto, ricordiamoci che i bambini imparano attraverso mani e dita. Meno dettagli sono presenti sul vestito e sui lineamenti più la bambola stimolerà la loro creatività: due puntini per gli occhi ed una linea per la bocca e la bambola può essere un bambino o un adulto, può essere una femmina o un maschio. (lo stesso vale per i vestiti: un vestito da principessa è vincolante mentre una tuta rossa può diventar sia cappuccetto rosso che un pompiere!)

In questa età giocano a nascondino con gli adulti (più che altro a Bu Bu Cettete o a Cucù!) Sono contenti non tanto di nascondersi ma quanto di ritrovarsi. Questo perché ancora non hanno piena consapevolezza della vostra esistenza e quindi saranno loro a scegliere il tempo di scomparsa mentre il luogo deve essere lo stesso: dovete farvi trovare sempre li, dietro lo strofinaccio.

IMG_2044Imparano poi a costruire, a posizionare gli oggetti. (Spesso hanno a disposizione cubetti di plastica gommosa a forma di mattoncino o a forma di elementi naturali come frutta o foglie)
Il mio consiglio è di avere una scatola in casa dove deporre sassi, legnetti, foglie, castagne ed altro così che lui/lei possano giocare con elementi della natura. Cercare di costruire qualcosa con degli elementi irregolari e naturali arricchirà l’esperienza del bambino.

Se verso i sei mesi vi ritrovavate a dire “come fa la mucca? Muuu” ora che è grandicello può cominciare a giocare con associare oggetti ad immagini: ad esempio procuratevi un’ immagine di una mucca meglio ancora se ha una didascalia ed una mucca giocattolo in legno o plastica così che possa abbinare l’animale alla sua immagine e alla sua parola.
Proprio in questi anni sarà in grado di esprimersi sempre meglio. Ricordatevi di rispettare i suoi tempi e di non essere ansiosi di sentirlo parlare correttamente e capace di usare il congiuntivo. A questo punto vi chiederete se ci sono giochi adatti a sviluppare al meglio il linguaggio: più che altro il mio consiglio è quello di cantare e parlare con lui/lei il più possibile e di leggere tanto a lui e con lui (questo già a partire dai sei mesi!).
Ma non aspettatevi attenzione ed interesse immediati: ogni bambino ha il suo ritmo!

E la musica? Durante la gravidanza gli/le avete fatto sentire Bach, Mozart ed altri autori importanti per aiutare il suo sviluppo sensoriale ed emotivo. Il primo anno gli avete fatto ascoltare musiche rassicuranti e gli avete cantato ninne-nanna ed avete cominciato ad introdurre sonagli e scatole musicali. Ora è arrivato il momento che sia lui/lei a scoprire il suono prodotto da oggetti che sbattono, vibrano, ecc…Non vi sto consigliando di comprare un tamburo o una chitarra ma di permettergli di far “musica” sbattendo oggetti tra loro.

In sintesi ecco quali regali si possono fare ad un bambino grandicello:

  • bambola di stoffa con vestito semplice.
  • lettino e accessori per la bambola (a volte una scatola può diventare letto, culla, ecc…)
  • una grossa palla morbida da lanciare con due mani.
  • una coperta per giocare a nascondino.
  • cesto o cassetta come contenitore per i giocattoli.
  • secchiello, paletta, palla per giocare all’ aperto.
  • una borsa sacco per poter raccogliere gli elementi della natura che si trovano interessanti (es. pigne in montagna, sassi levigati dal mare, ecc…)
  • pastelli colorati (ricordate però che più piccolo è il bambino più grosso deve essere il pastello)
  • pezzi da costruzione di varie misure; i pezzettini di legno sono da preferire a quelli di plastica colorata poiché il legno è un materiale naturale ed esistente.(se vi piace il “fai da te” potete andare in falegnameria e usare gli scarti levigati, quando sarà più grande il bambino potrà anche dipingerli)
  • libri di cartone o stoffa. (Sono molto utili i libri tattili, per intenderci quelli che hanno inserti in diversi materiali)
  • un orsacchiotto o una animale di legno da trascinare.
  • animali di plastica o di legno.
  • figure con animali.
  • oggetti musicali.

E ora qualche domanda per voi:

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

#milano #palledeltoro #taurus #natale #natalemilano
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: